Assegni Nucleo Familiare 2019

Assegni Nucleo Familiare 2019

Richiesta Assegni Nucleo Familiare 2019

Dal 1 Aprile 2019 è cambiata la modalità di richiesta degli Assegni per il Nucleo Familiare.
Come introdotto dalla Circolare n. 45 del 22 marzo 2019 dell’Inps dal 1 Aprile 2019 gli Assegni per il Nucleo Familiare devono essere richiesti telematicamente all’Inps che valutato il diritto comunica all’azienda l’autorizzazione e l’importo per il pagamento.

Gli Assegni per il Nucleo Familiare (ANF) rappresentano un sostegno economico erogato dall’Inps, anticipato dal datore di lavoro, per le famiglie dei lavoratori dipendenti, dei titolari di pensione e delle prestazioni economiche previdenziali da lavoro dipendente. L’assegno per il nucleo familiare spetta:

  • Lavoratori dipendenti privati
  • lavoratori dipendenti agricoli
  • lavoratori domestici e somministrati
  • lavoratori iscritti alla gestione separata inps
  • titolari di pensione Inps ed ex Enpals
  • titolari di prestazioni previdenziali
  • lavoratori in altre situazioni di pagamento diretto

 

Ogni anno l’Inps pubblica le tabelle ANF, ossia le tabelle indicanti l’importo dell’assegno per il nucleo familiare spettante in base alla tipologia del nucleo familiare, al numero dei componenti ed al reddito complessivo del nucleo; le tabelle sono valide dal 1 Luglio di ogni anno fino al 30 Giugno dell’anno successivo.

A decorrere dal 1 Aprile 2019 le domande di assegno per il nucleo familiare dei lavoratori dipendenti del settore privato non agricolo, devono essere presentate telematicamente all’Inps e non più cartaceamente al datore di lavoro utilizzando il modello ANF/DIP SR16.
A seguito della domanda telematica l’Inps provvederà ad individuare gli importi spettanti in riferimento alla tipologia del nucleo familiare ed al reddito dello stesso.

Per i lavoratori agricoli continua ad essere valida la presentazione cartacea al datore di lavoro.

Ci sono dei casi in cui l’erogazione degli assegni per il nucleo familiare e sottoposta a preventiva autorizzazione dell’INPS:

  • figli ed equiparati di coniugi/parte di unione civile legalmente separati o divorziati/sciolti da unione civile, o in stato di abbandono
  • figli propri o del coniuge, riconosciuti da entrambi i genitori, nati prima del matrimonio
  • figli del coniuge/parte di unione civile nati da precedente matrimonio
  • fratelli e sorelle e nipoti orfani di entrambi i genitori e non aventi diritto a pensione di reversibilità
  • nipoti di linea retta a carico dell’ascendente
  • familiari minorenni con persistente difficoltà a svolgere funzioni o compiti propri della loro età
  • familiari maggiorenni con assoluta e permanente impossibilità a svolgere proficuo lavoro
  • figli ed equiparati, studenti o apprendisti, di età superiore ai 18 anni ed inferiore ai 21, purché facenti parte di “nuclei numerosi”

 

In questi casi bisognerà presentare domanda di autorizzazione all’Inps denominata “Autorizzazione ANF (SR42) unitamente alla documentazione per la definizione del diritto al percepimento dell’assegno per il nucleo familiare. In caso di accoglimento l’Inps invierà direttamente all’azienda, tramite Cassetto Previdenziale, gli importi teoricamente spettanti e la composizione del nucleo familiare.

 

Contattaci

Lascia un commento